I taikonauti sono arrivati sulla Stazione spaziale cinese

Il
Palazzo Celeste della Cina ha la sua prima visitatrice. L’astronave cinese
Shenzhou-9 (il “
Vascello Divino”) con a bordo
Liu Yang, la prima donna cinese a raggiungere lo Spazio, ha agganciato la stazione orbitante
Tiangong-1 (letteralmente il
“Palazzo nel cielo”), alle 6 di questa mattina, ora italiana. La notizia è stata riportata dall’agenzia Nuova Cina attraverso il centro di controllo aerospaziale di Pechino.

Secondo le informazioni della televisione di Stato cinese, l’apertura dei compatimenti stagni che collegano le due navicelle è avvenuta verso le 11.30. A una prima fase di ancoraggio pilotato in remoto, seguirà quella manuale, eseguita direttamente a bordo dai tre astronauti cinesi. La missione, oltre a
Liu Yang, vede coinvolti altri due
taikonauti, come vengono definiti gli astronauti cinesi:
Jing Haipeng e
Liu Wang.

I
taikonauti erano partiti il 16 giugno dalla base di
Jiuquan, nel deserto del Gobi, con la navetta
Shenzhou-9. Dopo l’attracco, lavoreranno a bordo della
Tiangong-1 per una decina di giorni al massimo, utilizzando la Stazione spaziale come laboratorio scientifico.

Il prossimo passo dell’ambizioso programma spaziale cinese – che utilizza delle capsule derivate dalle russe
Soyuz – è mettere in orbita entro il prossimo decennio una stazione spaziale simile alla
International Space Station, in grado cioè di accogliere un equipaggio
per diversi mesi.

(Credit per le foto: LaPresse)

Fonte : Wired.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi