Un weekend con la super Luna

Se avete in mente una serata romantica nel
weekend, vi suggeriamo di approfittare del
chiaro di Luna: è un classico, ma nella notte tra il 5 e il 6 maggio lo spettacolo celeste è assicurato. Condizioni meteo permettendo, infatti, il prossimo weekend si potrà ammirare una super Luna piena, la più grande e
la più brillante di tutto l’anno 2012.
“Questo mese, il nostro satellite naturale ci mostra la sua fase di massima illuminazione proprio mentre raggiunge la minima distanza dal nostro pianeta, chiamata passaggio al perigeo”, spiega
Elena Lazzaretto, astronoma del Planetario di Padova.

La Luna descrive intorno alla Terra un’orbita che sembra una
circonferenza, ma non lo è.
“Si tratta di un’ellisse e questo significa che esistono due punti speciali, in corrispondenza dei quali la Luna raggiunge la massima (apogeo) e la minima (perigeo) distanza dalla Terra”, prosegue Lazzaretto:
“Il valore di queste distanze non è sempre lo stesso: massima e minima distanza oscillano da un mese all’altro perché l’orbita stessa della Luna è soggetta a perturbazioni periodiche dovute all’azione gravitazionale del Sole”. Ebbene, fra tutte le minime distanze che la Luna raggiungerà nel corso del 2012, il primato spetta proprio al primo fine settimana di maggio.

La
super Luna si troverà ad
appena 356.955 chilometri dalla
Terra (la distanza media Terra Luna è di 384.400 chilometri). Ma sarà percepibile la differenza anche a occhio nudo? “
Non significa che dobbiamo aspettarci una Luna enorme”, risponde Lazzaretto.
“Il diametro apparente della Luna sarà leggermente maggiore del solito e solo gli osservatori più attenti noteranno una leggera differenza. Se immaginiamo di prendere le misure in cielo con un grande goniometro, la Luna misurerà 0,56° quando normalmente occupa 0,52°: la differenza non si discosta mai molto dal mezzo grado”. Quanto basta, però, per tenere gli appassionati incollati ai telescopi e chiunque trascorra la serata all’aperto con il naso all’insù.

Ma oltre che bella da guardare, la
super Luna può essere pericolosa, per esempio, nel favorire i terremoti per effetto dell’attrazione che esercita sul nostro pianeta? Gli astronomi lo escludono.
“I terremoti dipendono da moltissimi fattori e finora non sono stati trovati collegamenti significativi con la posizione dei corpi celesti”, rassicura Lazzaretto. Insomma, non resta che godersi la tintarella color latte, meglio ancora se in dolce compagnia.

(Credit per la foto: SSPL)

Fonte : Wired.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi